Inaugurazione Nuova Biblioteca Scolastica

Finalmente si alza il sipario sulla Nuova Biblioteca scolastica, una biblioteca rinnovata e ammodernata, in cui ai libri cartacei si affiancano strumenti multimediali all’avanguardia. Alla presenza dei sindaci di Fossombrone e Sant’Ippolito Gabriele Bonci e Stefano Tomasetti, delle dottoresse Marta Bianco e Carmela De Lorenzo, comandante e direttrice della casa di reclusione dove il Donati da anni ha attivato un corso dell’Istituto Tecnico Economico di Amministrazione Finanza e Marketing;All’inaugurazione presente anche la mamma di Augusto Schioccola, l’amato rappresentante di Istituto da poco scomparso al quale è stata dedicata la biblioteca, la signora Alessandra, ha trovato nel suo dolore, la forza di donare all’istituto una targa di ringraziamento, consegnandola direttamente alla preside Eleonora Augello e proprio lei ha tagliato il nastro simbolico della inaugurazione. Attimi di commozione a cui hanno partecipato anche i compagni di classe della 5° Rim. Un momento importante per tutta la comunità forsempronese, a cui il professor Denis Battisti, il responsabile della Biblioteca e del progetto che ne ha portato alla realizzazione, a nome della commissione ha spiegato come la scuola abbia vinto un bando del Ministero, il «Piano Nazionale Scuola Digitale - Biblioteche scolastiche innovative », che gli ha permesso di realizzare uno spazio dotato di tecnologie digitali, diventando capofila di una rete bibliotecaria di cui fanno parte altri istitutidella zona (Montefelcino, Cagli, Acqualagna, Montelabbate).Nota importante è anche la trama di interazioni con le attività mirate alle diverse abilità, la nostra scuola, il Donati, è da sempre attenta all’inclusione,come testimoniato dal fatto che l’ex alunno Roberto Paparone lavora proprio all’interno della biblioteca grazie a un progetto in sinergia coi servizi sociali del Comune di Fossombrone, e dal buffet preparato dagli alunni del gruppo di sostegno diretto dalla professoressa Silvia Bartolini.

 Apprezzato nell’intervento del sindaco, l’invito ai ragazzi a spegnere i cellulari mezz’ora al giorno dedicando quel tempo alla lettura.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.